Descrizione Prodotto

UNA SOLUZIONE COMPLETA PER IL CONTROLLO IN CAMPO DI ASSILI PIENI

  • Una soluzione completa per il controllo in campo di assili pieni
  • Affidabilità dell’ispezione
  • Completa tracciabilità
  • Registrazione a-scan e b-scan completa automatica
  • Gestione del controllo su assile singolo fino ad un intero convoglio
  • Riconoscimento automatico della configurazione della sonda rotante
  • Leggero e facile da utilizzare sia in acquisizione che analisi dei dati
  • Gestione dei livelli di accesso e degli operatori
  • Controllo ed assistenza remoti (conforme ai requisiti industry 4.0)

TECNICA ULTRASONORA

Il sistema IMG UTAX è stato sviluppato per il rilievo di cricche di fatica di assili ferroviari pieni eseguendo la scansione dalle sole 2 teste degli assili. La tecnica è consolidata da molti anni in ambito ferroviario ed è basata sulla scelta accurata di angoli discreti per l’ispezione delle aree critiche soggette a possibili cricche di fatica.

MANIPOLATORE SONDE

Al fine di mantenere le sonde in posizione corretta e assicurare una scansione affidabile, tutte le sonde sono montate su un portasonde ad attacco rapido magnetico autocentrante sul foro da centro dell’assile. La forza di attrazione del magnete è calibrata per garantire il sostegno del portasonde e uno sgancio rapido e sicuro a fine controllo. La testa portasonde può essere studiata per portare fino a 6 sonde e con ogni diametro di fusello dell’assile. La rotazione del portasonde è registrata da un encoder incorporato guidato da una rotazione manuale, leggera e confortevole. La costruzione e la leggerezza del manipolatore permette il controllo agevole dell’assile a bordo treno. L’elettronica all’interno del manipolatore permette di eseguire la scansione senza dovere intervenire sullo strumento per modificare i parametri di taratura. L’elettronica consente il riconoscimento automatico univoco del manipolatore sullo strumento e il cambio tarature, fra una sonda e l’altra, avviene tramite un selettore disposto ergonomicamente.

ELETTRONICA UTAX

Le prestazioni dell’elettronica UT impiegata per UTAX sono di altissimo livello e sono conformi ai requisiti EN 12668-1. Tutta la parte elettronica di UTAX è incorporata in un PC convertibile rugged con 2 batterie “hot swap”, display ad altissima luminosità da 11,6” con touchscreen adattivo e sistema operativo windows 10. Il peso totale batterie incluse è 2,6 kg. L’autonomia è virtualmente illimitata con la terza batteria.

PRINCIPALI CARATTERISTICHE TECNICHE

  • Trasmettitore Tipo Impulso onda quadra negativo
  • Impedenza 50 ohms PRF max 10 kHz
  • Tensione di eccitazione 10 to 250 V
  • Larghezza impulso 20 – 400 ns (a passi di 5 ns)
  • Tempo di salita/discesa 20 – 400 ns (a passi di 5 ns)
  • Ricevitore Impedenza in ingresso 50 Ω
  • Banda passante 0.5 – 20 MHz (-6dB)
  • Amplificazione 0 – 88dB a step di 0,1 dB
  • Media antidisturbo (hardware) 1, 2, 4, 8, 16
  • Digitalizzazione 25 / 50 /100 MHz ; 8/12 bits
  • Filtri digitali LP 2,5, BP 5, BP10 o FIR a 32 coefficienti
  • Compressione smart 1 to 255 0 to 160 ms
  • Num. punti per A-Scan1 to 125000 (senza averaging) 1 to 8192 (con averaging)
  • Base tempi microsecondi o mm
  • Velocità UT 1000-10000 m/s DAC/TGC
  • Num. massimo di punti 256 punti
  • Pendenza massimo 40dB/μs
  • Precisione 0.1 dB; 10 ns
  • Echo start e gates 1 Echo start e 3 gates
  • Configurazione 0 -> 160ms
  • Logiche misura e allarme Zero before / zero after / peak / threshold crossing
  • Polarità positiva, negativa, assoluta

UTAX SOFTWARE

Modalità rivelatore: tutte le funzionalità del rivelatore sono ottimizzate per l’uso in touch screen, con disposizione logica ed intuitiva dei comandi e delle funzioni. Questa modalità può essere impiegata come un normale rivelatore di difetto per qualsiasi tipo di ispezione; quando lo strumento è collegato ad un manipolatore, le tarature eseguite vengono automaticamente correlate alla sonda in uso.

Configurazione manipolatore: Ogni manipolatore può essere configurato in accordo alle istruzioni tecniche di ogni specifico assile e salvata all’interno della memoria interna del manipolatore. Ogni volta che un manipolatore viene connesso a UTAX, viene automaticamente riconosciuto ed associato ad una lista di assili che possono essere controllati con quella configurazione. Di norma, non si impiegano più di 4 sonde per ogni tipo di assile; potendo montare 6 sonde, lo stesso manipolatore può coprire una vasta gamma di assili in quanto l’istruzione tecnica memorizzata consente di scegliere quali delle sonde utilizzare.

Mappatura treno: Il SW consente di razionalizzare e minimizzare i tempi del controllo sia esso per assile singolo, o un treno completo. Nel caso di un treno o una singola carrozza l’operatore può posizionare ogni assile sul convoglio “inserendo i numeri UN” e, di seguito, controllare ogni boccola nella sequenza che preferisce, senza dover necessariamente eseguire il controllo dai due lati dello stesso assile, consecutivamente. Il SW mostra lo stato di controllo di ogni singola carrozza in modo estremamente chiaro e semplice.

Acquisizione dati: L’acquisizione dati è una procedura guidata che garantisce la completezza delle scansioni per ogni singola sonda e per tutte le sonde previste nella istruzione tecnica. Ogni scansione viene marcata come completa solo se è stato compiuto un giro completo e se tutte le scansioni previste sono state completate. Ogni scansione registrata prevede tutti gli A-Scan e diverse tipologie di B-Scan possono essere applicate ai dati, anche in postprocessing; vengono inoltre salvati, in modo immodificabile data e ora del controllo, operatore e taratura impiegata. In caso di incertezza nel giudizio finale del controllo, l’operatore può collegarsi remotamente al suo supervisore che può così avere accesso alla piena funzionalità dello strumento. La connessione wireless può avvenire tramite un punto d’accesso Wi-Fi o direttamente tramite la SIM card incorporata. Una scansione completa da un lato dura, di norma, meno di un minuto.

Generazione del report: Il report di ispezione viene generato automaticamente e l’operatore lo può trasmettere direttamente al suo supervisore o alla manutenzione per l’immediato svincolo del convoglio.

Personalizzazione: La struttura del SW o le sue funzionalità possono essere adattate ad esigenze specifiche del cliente.

 

controlli non distruttivi

Contatta agente di zona

Torna ai Controlli Elettromagnetici